Lungo l’Alta Via dei Monti Lattari – E

domenica 9 febbraio 2014

Attraverso un’antichissima mulattiera raggiungeremo il sentiero n° 300 che congiunge la Badia di Cava dei Tirreni alla Punta della Campanella: ne percorreremo un tratto fino all’ingresso della riserva dell’Alta Valle delle Ferriere e da lì proseguiremo nel fitto del bosco di castagni in direzione del Cervigliano, del piano del Ceraso e del monte Campanaro. Avremo l’opportunità di osservare dall’alto sia il golfo di Napoli, con l’area vesuviana e la piana del Sarno, che la costiera amalfitana, con Ravello e Scala; a S. Maria ai Monti ci fermeremo nei pressi del rifugio.

Il percorso è lungo circa 12 km, presenta un dislivello di 550 m in ascesa e altrettanti in discesa e una difficoltà di tipo E; a causa della pioggia di questi giorni potremo trovare tratti fangosi e/o scivolosi per cui si raccomandano calzature e abbigliamento adeguati. La durata dell’escursione è prevista in circa 6 ore, soste escluse. In ogni caso il tragitto potrà subire modifiche in base alle effettive condizioni climatiche e del terreno.

Appuntamento alle ore 8.00 presso il bar La Siesta di S. Agnello e alle ore 9.00 nei pressi del traforo delle Palombelle, lato di Agerola. Colazione a sacco Ulyxes; il rientro è previsto per il pomeriggio.

Munirsi di scarponi alti da montagna e abbigliamento invernale a strati (anche resistente alla pioggia). Si consiglia l’utilizzo di bastoni da trekking.
Poiché alcuni tratti potrebbero risultare scivolosi non saranno abilitati all’escursione partecipanti privi di scarpe idonee.

Si prega di dare un cortese cenno di adesione.

oppure scrivere sul FORUM Ulyxes

La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

escursione di fine anno – E

domenica 22 dicembre 2013

Chiusura dell’anno escursionistico 2013.

Come da consuetudine ormai consolidata, anche questa volta vogliamo concludere in maniera strabiliante l’anno escursionistico della nostra associazione con il brindisi sul Monte Faito accompagnati dalle note del gruppo folk “Gli Zampognari del Vesuvio”.

Quest’anno oltre agli immancabili Lerka Minerka, fratelli escursionistici appenninici, avremo il piacere di condividere questa giornata con diversi gruppi, tra i quali i locali Free Ramblers (o escursionisti epicurei), e il gruppo FIE gemellato di Irpinia Trekking.

Quindi uniremo tutte questa forza di gambe per festeggiare il nostro Natale di Montagna.

Il programma della giornata prevede:

ore 9:30 – raduno principale al Piazzale dei Capi (belvedere);

ore 10:00 – incontro con il gruppo folk “Gli Zampognari del Vesuvio”;

ore 11:00 – partenza per Campo del Pero con auto proprie, dove comincerà la vera escursione che prevede un circuito con puntata per il pranzo sul Monte Cerasuolo. (Campo del Pero – Neviere – Casa del Monaco – M.te Cerasuolo – Campo del Pero).

Dati tecnici e organizzativi:

Tipo di percorso E (Escursionistico);

Impegno fisico modesto;

Percorrenza Km. 4 circa;

Dislivello totale 300 mt.;

Tempi ore 2 ½ – 3;

Abbigliamento invernale da montagna (a cipolla), scarponi da escursionismo con suola scolpita antisdrucciolo, giacca vento, protezione pioggia.

Non saranno abilitati all’escursione partecipanti privi di scarpe idonee.

Colazione a sacco (preferibilmente quello di Babbo Natale!)

 

La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

 

Monte Miletto – E

domenica 25 novembre 2012

Campitello Matese – Grotta delle Ciaole – Cima del Miletto – Versante Nord Occidentale – Capodacqua.

Difficoltà E – durata 5 – 6 h (comprese le soste) – dislivello mt.550 circa.

Dal pianoro di Campitello ci si dirige verso la seggiovia Lavarelle. Da qui si resta in quota sul versante, dirigendosi verso ovest fino a raggiungere l’inizio del bosco in prossimità della fine della seggiovia S. Nicola. Proseguendo sempre verso ovest si sale di quota: il sentiero dapprima si inoltra nel bosco in maniera molto evidente, tanto che per alcuni trassi si potrebbe fare a meno di seguire la segnaletica. Successivamente il percorso si articola su terreno misto, alternato a roccioso e fondo naturale. Dopo circa 1 h di cammino, si esce in una radura dalla quale è visibile la croce e si cammina fino a raggiungere la vetta. Il ritorno, si effettua sul sentiero che scende dal versante nord -occid. fino alla sella dove si incrociano vari sentieri, dove si aprono dei point vue sul Lago Matese, Campo dell’Acero, con l’arco naturale, la Valle dell’Esule e la Gallinola, si prosegue in direzione sud-est fino alla sorgente di Capodacqua.

L’appuntamento è al bar “La Siesta” in Sant’Agnello alle ore 6:30 (puntualissimi!), il rientro è previsto in serata.

Si consigliano scarpe da trekking per sentieri sconnessi e rocciosi, abbigliamento a strati (considerate che il monte miletto è alto 2050 mt.!).

Colazione a sacco.

foto per gentile concessione di Francesco Raffaele.