AmbienteRia

2° appuntamento

MicroDominatori della Terra


Le formiche abitano il nostro pianeta da milioni di anni, modificando tutti gli ecosistemi in cui vivono, regolando la vita di piante e animali più grandi di loro e condividendo con noi molti passaggi della nostra evoluzione culturale; tuttavia nessuna creatura vivente ci è più estranea. Conosciamo pochissimo del mondo delle formiche, delle loro società e dei meccanismi con cui dominano gli ecosistemi terrestri. Eppure nel prossimo futuro dalle formiche arriveranno soluzioni per alcuni grandi problemi che affliggono l’umanità: dall’ottimizzazione dei flussi di beni e persone all’utilizzo di nuovi materiali, dalla lotta ai superbatteri patogeni al riciclo delle sostanze organiche. 



Il mondo delle formiche non è solo fonte di ispirazione, ma anche causa di grande preoccupazione: conosceremo il loro impatto sugli ambienti in cui vivono e i grandi problemi che le invasioni di specie alloctone provocano agli ecosistemi locali o alle nostre attività produttive. Insomma, andremo alla scoperta di un micromondo che compete con l’uomo per la conquista del Pianeta.

A cura del dr. Guglielmo Maglio – Naturalista

Responsabile Aree Espositive di Città della Scienza


appuntamento, sabato 17 novembre 2018 alle ore 18:30, nei locali del CMEA – Sorrento – Chiostro di S. Francesco (secondo piano).

AmbienteRia

AmbienteRia – 1° appuntamento


Cos’è Ambienteria,

Ambienteria è un luogo dove ritrovarsi, sintonizzarsi e parlare di ambiente.

Dove incontrarsi se non nei locali del CMEA – Centro Meridionale di Educazione Ambientale con sede a Sorrento nel Chiostro di S.Francesco (vicino la Villa Comunale).

Ci saranno una serie di incontri dibattiti e appuntamenti legati al tema che ci riguarda più da vicino: l’Ambiente, la Natura e tutto ciò che la circonda.



Il primo riguarda una particolare questione che ci colpisce e ci tartassa in continuazione da anni.

E’ come un tarlo che di continuo costruisce le sue caverne nei tronchi del legno, come un picchio che batte il suo becco per costruire il suo nido o per cibarsi di larve.

Incendi boschivi in Penisola Sorrentina

Questo contributo alla comprensione del fenomeno ci verrà sottoposto da Gaspare Adinolfi, naturalista della penisola sorrentina, con una introduzione al tema da parte di Gioacchino Di Martino, vicepresidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana e delegato ambiente FAI Salerno.


Per questo primo appuntamento, quindi, ci vediamo sabato 20 ottobre 2018 alle ore 18:30, nei locali del CMEA al Chiostro di S. Francesco (secondo piano).

Sentiero Sirenuse E/12 – Raduno FIE

Sentiero Sirenuse – E/12 – Raduno FIE – E

domenica 23 aprile 2017


DURATA ESCURSIONE: 3 ore circa escluso soste; 

DISLIVELLO: 300 m circa;

DISTANZA: circuito 7,5 Km. circa.


Questa escursione ad anello si sviluppa per lo più sul versante meridionale della Penisola Sorrentina, fra Colli di Fontanelle e Torca e, quasi sempre in vista delle Sirenuse (Li Galli).

Questo tracciato in parte solca il Sentiero del Mediterraneo e si affaccia sul golfo di Salerno. Si presenta di facile percorrenza in quanto si snoda tra stradine di campagna, sterrate e sentieri antichissimi. E’ notevole e di estremo interesse la diversità di ambienti attraversati, quasi tutti della penisola: orti, uliveti, macchia mediterranea, gariga, querceto, castagneto, pineta.

Il punto di forza, il Pizzetiello, si trova in cima alle falesie che sovrastano Punta S.Elia, il punto di costa più vicino all’isolotto dei Galli.


L’E 12 o meglio detto Sentiero del Mediterraneo, è un sentiero che percorre il Mare Nostrum da Ceuta in Spagna fino al nostro Cilento per 1600 Km.

“Il Sentiero del Mediterraneo è il percorso che racconta la Storia, è un viaggio attraverso paesaggi materiali ed immateriali, plasmati lungo le sponde del Mare Nostrum e che abbiamo ricevuto in eredità. È un viaggio spirituale prima ancora che un caleidoscopio di colori vividi, di paesaggi montani che precipitano nel mare, di biodiversità  espressa compiutamente nelle dotazioni floro-faunistiche presenti, di vestigia che sfidano orgogliose gli eventi geologici ed atmosferici, di bacini culturali, di salutari tradizioni eno-gastronomiche che il mondo moderno ha imparato ad apprezzare e far proprie, di differenti stili di vita delle sue genti e della loro capacità di comprendere le diversità in quanto da sempre abituati al confronto. Tutto questo ha fatto si che l’UNESCO tutelasse ampie parti del territorio mediterraneo attribuendogli il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità e inserendole in speciali programmi quali la rete MAB (Man and Biosphere).

Il Sentiero del Mediterraneo è anche uno strumento che può generare sviluppo sostenibile: basti pensare alle opportunità che esso può offrire al comparto turistico, se opportunamente utilizzato per la formazione di pacchetti turistici dedicati alla galassia escursionistica. La Federazione Europea Escursionismo (ERA – European Ramblers Association) detta le linee guida per la realizzazione di sentieri europei di lunga percorrenza.” (testo tratto dal discorso del presidente FIE – Domenico Pandolfo).



L’appuntamento per i soci Ulyxes è previsto al bar La Siesta in Sant’Agnello alle ore 8:30, per tutte le altre associazioni FIE che ci raggiungeranno da fuori-penisola, l’appuntamento è alle ore 9:30 qui località fontanelle.

Ricordiamo sempre che le nostre escursioni prevedono dei tratti in pendenza e/o con tracciati sterrati, quindi munitevi sempre di scarpe adeguate da escursionismo con suole antisdrucciolo, abbigliamento a strati, altrimenti saremo costretti a farvi rinunciare alla escursione stessa.

La colazione è a sacco.

Il rientro è previsto nel pomeriggio.


 La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.