Circuito Punta Campanella – EE

DOMENICA 19 MAGGIO 2019

Escursione inserita negli eventi dell’Alleanza per la Mobilità Dolce – “Primavera per la Mobilità Dolce 2019”

Escursione inserita negli eventi dell’Alleanza per la Mobilità Dolce – “Primavera per la Mobilità Dolce 2019”

Gemellaggio con gli amici delle sezioni CAI di Stabia – Isernia – Boiano

Termini – Cancello – Punta Campanella – Rezzale – Vetavole – M.te S. Costanzo – Nerano – Ieranto – Nerano – Termini

Punta Campanella luogo di incontro da millenni di diverse popolazioni e così non potevamo scegliere luogo migliore per incontrare sul nostro cammino gli amici delle sezioni CAI a noi gemellate da qualche anno.

Punta Campanella (l’antico Capo di Minerva) è posta all’estremità della penisola sor- rentina e ne ha seguito, nel corso dei secoli, le alterne vicende legate alla sua importanza strategica, militare e commerciale. La presenza di villaggi è documentata sin dall’età del Bronzo. Lo storico e geografo greco Strabone indica in questa zona l’esistenza di un tempio dedicato alla dea Athena (Minerva per i Romani) protettrice dei naviganti, la cui fondazione è attribuita al mitico Ulisse. I testi narrano che l’eroe greco, avendo attraversato incolume le acque intorno alle Isole Li Galli, luogo popolato dalle Sirene (leggendarie creature dal corpo d’uccello e volto di fanciulla), volle ringraziare Athena. Eresse in onore della dea un tempio sul punto estremo della penisola che divenne noto ai marinai col nome di Athenaion.

La zona è inserita in un paesaggio dalla elevata biodiversità, favorita da particolari microclimi che alternano versanti aridi e assolati ad ambienti umidi.
Nelle parti più vicine al mare, la vegetazione è quella tipica della gariga, caratterizzata da piante sempreverdi resistenti alla salsedine e all’azione del vento, come il ginepro, il rosmarino e l’euforbia. Sul resto del territorio prevale la macchia mediterranea, con il ginestrone, l’erica, il mirto, il lentisco e il corbezzolo che profumano e colorano di ros- so e bianco tutta la zona. Lungo i sentieri è forte l’odore dei limoni e delle zagare, i fio- ri d’arancio: gli agrumi, di cui è ricca tutta la costiera amalfitana, vengono sapientemen- te trasformati in liquori, conserve e dolci rinomati in tutto il mondo.


Dati Tecnici:

  • durata: 6 ore circa;
  • distanza: 10,5 km. circa;
  • dislivello: 750 m. – quota massima m. 470.

Appuntamento alle ore 8:00 al bar “La Siesta” in Sant’Agnello.


Ricordiamo sempre che le nostre escursioni prevedono dei tratti in pendenza e/o con tracciati sterrati, quindi munitevi sempre di scarpe adeguate da escursionismo con suole antisdrucciolo, abbigliamento a strati (con ricambio), altrimenti saremo costretti a farvi rinunciare alla escursione stessa.

I soci e i non soci dovranno prenotare obbligatoriamente inviando una mail entro le ore 12:00 di venerdì 17 maggio su info@ulyxes.it.

I non soci dovranno inviare tutta la documentazione come da regolamento (Qui).


La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

XV Giornata Pugliese dell’Escursionismo – E

Weekend escursionistico sul Gargano

sabato 11 – domenica 12 maggio 2019

La giornata di sabato prevede un’escursione agli Eremi di Pulsano, si entra in contatto con la natura e il silenzio del luogo e si ha la possibilità di visitare luoghi sacri e mistici. Un’escursione dove i falchi e altri uccelli volano nella valle, in primavera è possibile ammirare le famose orchidee, il Gargano conta infatti ben 90 specie di orchidee spontanee di specie diverse.

Gli eremiti che abitavano queste celle erano senz’altro in comunicazione tra di loro, dal momento che alcuni di questi eremitaggi erano dedicati alla vita comunitaria (di culto e di abitazione) e al lavoro collettivo (un eremo è stato persino adibito a mulino!); inoltre i vari eremi sono collegati da una rete viaria di sentieri e scalinate, nonché da una vera e propria “rete idrica” di canali scavati nella roccia per convogliare le acque in cisterne, terrazzamenti e singole celle. Dunque, con meraviglia possiamo immaginare una sorta di villaggio decentrato che rispecchiava la comunità eremitica nata in Egitto intorno a S. Antonio, il padre dei monaci


Domenica invece parteciperemo insieme ad altri gruppi pugliesi e campani al raduno escursionistico con un circuito anello a Castel Pagano (km 15 disl. + 500 per i saliscendi).

Itinerario da cui potremo godere di un panorama mozzafiato che varierà dai laghi di Lesina al mare, al Tavoliere, alla Maiella e al Gran Sasso ! Visita archeologica ai ruderi del Castello. L’ antico insediamento di Castelsaraceno, meglio conosciuto con il nome di Castel Pagano, è legato storicamente alla Domus Precina. E’ ubicato alla sommità di un crinale (545 m.s.l.m.) che domina il sottostante Tavoliere delle Puglie ed a guardia delle sottostanti vie di accesso al Gargano Mistico ( laVia Sacra Langobardorum, proveniente da Benevento, e la confluente Via Francesca,proveniente dalla litoranea Adriatica). La fama di Castel Pagano è legata al periodo della dominazione Sveva, quando nel 1223 l’ Imperatore Federico II ripopolò il sito con l’ immissione di Saraceni provenienti dalla Sicilia ottimizzando l’ organizzazione sociale e produttiva degli stessi con l’ ubicazione strategica della Rocca.


1° Appuntamento alle ore 6:30 al bar “La Siesta” in Sant’Agnello.
2° appuntamento alle ore 8:30 all’area di servizio Mirabella Sud (qui).


Ricordiamo sempre che le nostre escursioni prevedono dei tratti in pendenza e/o con tracciati sterrati, quindi munitevi sempre di scarpe adeguate da escursionismo con suole antisdrucciolo, abbigliamento a strati (con ricambio), altrimenti saremo costretti a farvi rinunciare alla escursione stessa.

I soci e i non soci dovranno prenotare obbligatoriamente inviando una mail entro le ore 12:00 di venerdì 12 aprile su info@ulyxes.it.

I non soci dovranno inviare tutta la documentazione come da regolamento (Qui).


La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

Auguri…

“Allora sia Pasqua piena per voi che fabbricate passaggi dove ci sono muri e sbarramenti, per voi apertori di brecce, saltatori di ostacoli, corrieri a ogni costo, atleti della parola pace.”
(Erri De Luca)