Ascea – Punta del Telegrafo – T-E

Domenica 8 ottobre 2017

Punta del Telegrafo


Ascea (Marina di Ascea) è tra le mete turistiche del Cilento più frequentate per il turismo balneare e ospita il Parco archeologico di Velia, di rilevanza storica mondiale.

Di straordinaria bellezza è la costa, caratterizzata da un incantevole arenile di sabbia (7km di spiaggia) a granulometria grossa e da un mare aperto e cristallino, già decantato da Virgilio. La mitezza del clima di questi luoghi era già conosciuta nell’antichità, tant’è che ad Elea-Velia soggiornarono Augusto, di ritorno dall’Oriente, Cicerone, Paolo Emilio, Orazio, Bruto ed altri illustri personaggi di Roma.

Nell’area sabbiosa posta a mezzogiorno della Marina, nel lembo protetto di uno dei pochissimi esempi ancora intatti di duna mediterranea, fiorisce il sempre più raro Giglio di Mare. L’endemica “Ginestra del Cilento”, invece, è abbarbicata sugli scogli di Punta del Telegrafo, sito di Interesse comunitario famoso per la sua vegetazione e per la stratificazione geologica del “Flysch del Cilento”. All’apice del ginestreto di Punta del Telegrafo sorge la Torre, quasi un avamposto di difesa della monumentale scogliera, caratterizzata da spiaggette incantevoli, cale superbe, falesie a tratti inaccessibili, grotte, un tempo riparo per le barche dei pescatori, ed anfratti misteriosi. Piccole insenature nascondono i limpidi fondali della “Baia d’Argento” e della “Baia delle Rondinelle“, poste immediatamente alle spalle dello “Scuoglio ri nanti”, ultimo punto di contatto con la terraferma.


 


L’associazione Ulyxes, propone questo cammino condiviso con i Lerka Minerka.

i soci e i non soci dovranno prenotare obbligatoriamente inviando una mail entro le ore 12:00 di sabato 7 ottobre su info@ulyxes.it.

N.B.: i non soci dovranno inviare tutta la documentazione come da regolamento (qui).


L’appuntamento per soci peninsulari è previsto al bar “La Siesta” in Sant’Agnello alle ore 7:00, per gli altri che provengono da fuori penisola sorrentina fissiamo un appuntamento all’area di servizio Salerno Ovest dell’A3 Salerno-Reggio C alle ore 8:00.

Ricordiamo sempre che le nostre escursioni prevedono dei tratti in pendenza e/o con tracciati sterrati, quindi munitevi sempre di scarpe adeguate da escursionismo con suole antisdrucciolo, abbigliamento a strati, altrimenti saremo costretti a farvi rinunciare alla escursione stessa.

La colazione è a sacco – Ci sarà la possibilità di fare il bagno in mare!

Il rientro è previsto nel tardo pomeriggio.


La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

Monte Mai – EE

Monte Mai (1.607) – EE

domenica 21 maggio 2017


Giffoni Valle Piana, Varco della Colla (1.062), Serra del Pruno, Valico di Sua Eccellenza, Monte Tre Cappelle (1.375-1.472), Monte Mai (1.607).

Il nome dei Monti Mai deriva sicuramente dalla parola latina “maior”, grande. Alcune antiche carte e le stesse relazioni di Giustino Fortunato, illustre esploratore dei Picentini, riportano anche la dizione Maj.

Dorsale principale dell’omonimo gruppo montuoso, allungata in direzione ESE-WNW, la cima è localizzata nella convergenza di tre creste, impervia ed interrotta da varchi, balze rocciose e cime secondarie. I Monti Mai appartengono al sottogruppo più occidentale dei Monti Picentini, uno dei gruppi montuosi più estesi dell’Italia meridionale e parte dell’omonimo parco regionale. Sono caratterizzati da rocce mesozoiche di piattaforma carbonatica e in misura minore da dolomie e marne triassiche.

La vegetazione che ricopre i Monti Mai è rappresentata prevalentemente da faggi che ricoprono la parte alta, oltre gli 800 m, e castagni alle pendici.
La fauna, molto ricca, come quella di tutti i Monti Picentini, è costituita da grandi mammiferi, come il lupo, la volpe, il tasso, il cinghiale; rapaci come il falco pellegrino, la poiana, lo sparviere, l’astore; il picchio nero, il gufo comune, il merlo acquaiolo, il martin pescatore; anfibi come la rana appenninica, il rospo smeraldino, la salamandrina dagli occhiali, la salamandra pezzata.



i soci e i non soci dovranno prenotare obbligatoriamente inviando una mail entro le ore 19:00 di venerdì 19 maggio su info@ulyxes.it.

N.B.: i non soci dovranno inviare tutta la documentazione come da regolamento (qui).


L’appuntamento per soci peninsulari è previsto al bar “La Siesta” in Sant’Agnello alle ore 7:30, per gli altri che provengono da fuori penisola sorrentina l’appuntamento è all’uscita di Pontecagnano (qui) dell’autostrada A3 alle 8:30.

Ricordiamo sempre che le nostre escursioni prevedono dei tratti in pendenza e/o con tracciati sterrati, quindi munitevi sempre di scarpe adeguate da escursionismo con suole antisdrucciolo, abbigliamento a strati, altrimenti saremo costretti a farvi rinunciare alla escursione stessa.

La colazione è a sacco.

Il rientro è previsto nel tardo pomeriggio.


 La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

Sentiero Sirenuse E/12 – Raduno FIE

Sentiero Sirenuse – E/12 – Raduno FIE – E

domenica 23 aprile 2017


DURATA ESCURSIONE: 3 ore circa escluso soste; 

DISLIVELLO: 300 m circa;

DISTANZA: circuito 7,5 Km. circa.


Questa escursione ad anello si sviluppa per lo più sul versante meridionale della Penisola Sorrentina, fra Colli di Fontanelle e Torca e, quasi sempre in vista delle Sirenuse (Li Galli).

Questo tracciato in parte solca il Sentiero del Mediterraneo e si affaccia sul golfo di Salerno. Si presenta di facile percorrenza in quanto si snoda tra stradine di campagna, sterrate e sentieri antichissimi. E’ notevole e di estremo interesse la diversità di ambienti attraversati, quasi tutti della penisola: orti, uliveti, macchia mediterranea, gariga, querceto, castagneto, pineta.

Il punto di forza, il Pizzetiello, si trova in cima alle falesie che sovrastano Punta S.Elia, il punto di costa più vicino all’isolotto dei Galli.


L’E 12 o meglio detto Sentiero del Mediterraneo, è un sentiero che percorre il Mare Nostrum da Ceuta in Spagna fino al nostro Cilento per 1600 Km.

“Il Sentiero del Mediterraneo è il percorso che racconta la Storia, è un viaggio attraverso paesaggi materiali ed immateriali, plasmati lungo le sponde del Mare Nostrum e che abbiamo ricevuto in eredità. È un viaggio spirituale prima ancora che un caleidoscopio di colori vividi, di paesaggi montani che precipitano nel mare, di biodiversità  espressa compiutamente nelle dotazioni floro-faunistiche presenti, di vestigia che sfidano orgogliose gli eventi geologici ed atmosferici, di bacini culturali, di salutari tradizioni eno-gastronomiche che il mondo moderno ha imparato ad apprezzare e far proprie, di differenti stili di vita delle sue genti e della loro capacità di comprendere le diversità in quanto da sempre abituati al confronto. Tutto questo ha fatto si che l’UNESCO tutelasse ampie parti del territorio mediterraneo attribuendogli il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità e inserendole in speciali programmi quali la rete MAB (Man and Biosphere).

Il Sentiero del Mediterraneo è anche uno strumento che può generare sviluppo sostenibile: basti pensare alle opportunità che esso può offrire al comparto turistico, se opportunamente utilizzato per la formazione di pacchetti turistici dedicati alla galassia escursionistica. La Federazione Europea Escursionismo (ERA – European Ramblers Association) detta le linee guida per la realizzazione di sentieri europei di lunga percorrenza.” (testo tratto dal discorso del presidente FIE – Domenico Pandolfo).



L’appuntamento per i soci Ulyxes è previsto al bar La Siesta in Sant’Agnello alle ore 8:30, per tutte le altre associazioni FIE che ci raggiungeranno da fuori-penisola, l’appuntamento è alle ore 9:30 qui località fontanelle.

Ricordiamo sempre che le nostre escursioni prevedono dei tratti in pendenza e/o con tracciati sterrati, quindi munitevi sempre di scarpe adeguate da escursionismo con suole antisdrucciolo, abbigliamento a strati, altrimenti saremo costretti a farvi rinunciare alla escursione stessa.

La colazione è a sacco.

Il rientro è previsto nel pomeriggio.


 La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.