Circuito Punta Campanella – EE

DOMENICA 19 MAGGIO 2019

Escursione inserita negli eventi dell’Alleanza per la Mobilità Dolce – “Primavera per la Mobilità Dolce 2019”

Escursione inserita negli eventi dell’Alleanza per la Mobilità Dolce – “Primavera per la Mobilità Dolce 2019”

Gemellaggio con gli amici delle sezioni CAI di Stabia – Isernia – Boiano

Termini – Cancello – Punta Campanella – Rezzale – Vetavole – M.te S. Costanzo – Nerano – Ieranto – Nerano – Termini

Punta Campanella luogo di incontro da millenni di diverse popolazioni e così non potevamo scegliere luogo migliore per incontrare sul nostro cammino gli amici delle sezioni CAI a noi gemellate da qualche anno.

Punta Campanella (l’antico Capo di Minerva) è posta all’estremità della penisola sor- rentina e ne ha seguito, nel corso dei secoli, le alterne vicende legate alla sua importanza strategica, militare e commerciale. La presenza di villaggi è documentata sin dall’età del Bronzo. Lo storico e geografo greco Strabone indica in questa zona l’esistenza di un tempio dedicato alla dea Athena (Minerva per i Romani) protettrice dei naviganti, la cui fondazione è attribuita al mitico Ulisse. I testi narrano che l’eroe greco, avendo attraversato incolume le acque intorno alle Isole Li Galli, luogo popolato dalle Sirene (leggendarie creature dal corpo d’uccello e volto di fanciulla), volle ringraziare Athena. Eresse in onore della dea un tempio sul punto estremo della penisola che divenne noto ai marinai col nome di Athenaion.

La zona è inserita in un paesaggio dalla elevata biodiversità, favorita da particolari microclimi che alternano versanti aridi e assolati ad ambienti umidi.
Nelle parti più vicine al mare, la vegetazione è quella tipica della gariga, caratterizzata da piante sempreverdi resistenti alla salsedine e all’azione del vento, come il ginepro, il rosmarino e l’euforbia. Sul resto del territorio prevale la macchia mediterranea, con il ginestrone, l’erica, il mirto, il lentisco e il corbezzolo che profumano e colorano di ros- so e bianco tutta la zona. Lungo i sentieri è forte l’odore dei limoni e delle zagare, i fio- ri d’arancio: gli agrumi, di cui è ricca tutta la costiera amalfitana, vengono sapientemen- te trasformati in liquori, conserve e dolci rinomati in tutto il mondo.


Dati Tecnici:

  • durata: 6 ore circa;
  • distanza: 10,5 km. circa;
  • dislivello: 750 m. – quota massima m. 470.

Appuntamento alle ore 8:00 al bar “La Siesta” in Sant’Agnello.


Ricordiamo sempre che le nostre escursioni prevedono dei tratti in pendenza e/o con tracciati sterrati, quindi munitevi sempre di scarpe adeguate da escursionismo con suole antisdrucciolo, abbigliamento a strati (con ricambio), altrimenti saremo costretti a farvi rinunciare alla escursione stessa.

I soci e i non soci dovranno prenotare obbligatoriamente inviando una mail entro le ore 12:00 di venerdì 17 maggio su info@ulyxes.it.

I non soci dovranno inviare tutta la documentazione come da regolamento (Qui).


La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

Mitigliano – Escursione serale estiva

sabato 6 agosto 2016

Cala di Mitigliano


La Cala di Mitigliano è un’insenatura della costa lubrense situata tra la collina di Roncato e le pendici del Monte San Costanzo. Affaccia sul Golfo di Napoli proprio di fronte all’isola di Capri e grazie alla sua incantevole posizione rappresenta una delle più belle insenature del territorio. Il toponimo Mitigliano deriva da Metellianus, probabilmente dal nome di un patrizio Romano che in quella zona aveva costruito una propria villa.



IMPORTANTE: andiamo a fare il bagno, questo è vero! ma ricordiamo a tutti che comunque si percorre un sentiero impervio e soprattutto all’imbrunire… quindi usare sempre un abbigliamento adeguato, delle scarpe antisdrucciolo ed è indispensabile una torcia portatile!

(chi non provvederà a munirsi di queste accortenze, non potrà partecipare all’escursione!)

L’appuntamento è alle 18:30 nella piazza Santa Croce – qui: Termini

La colazione è a sacco, munirsi di acqua ed il rientro è previsto in serata.


La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

Walk of Life

Domenica 29 maggio 2011

Punta Campanella

Partecipa anche tu al Cammino per la Ricerca, attraverso un’iniziativa di Telethon e Federparchi, Ulyxes ti accompagnerà a Punta Campanella area territoriale della Riserva è caratterizzata da un’omogeneità paesaggistica e naturalistica di rilevanza mondiale, dalla qualità storica e culturale dei siti, dalla presenza di insediamenti turistici, di artigianato agro-alimentare e artistico, da attività commerciali e servizi turistici di elevata qualità. Per la natura calcarea della penisola, la zona è stata soggetta ad intensi fenomeni carsici che hanno prodotto un numero considerevole di cavità emerse, divenute subacquee a seguito di movimenti tettonici e dell’innalzamento del livello del mare. Tra le più spettacolari, la Grotta della Cala di Mitigliano nella quale, a poca profondità, si può esplorare il suggestivo mondo delle grotte oscure sottomarine. Luogo in cui nell’antichità sorgeva il tempio di Atena – Minerva. Il Promontorio Ateneo, come lo chiamavano i greci, ha ospitato nel corso dei secoli, per ragioni di culto o militari, templi e stazioni di commercio, opere difensive e ville patrizie. Oggi, però, non resta quasi nulla di queste opere.


Nei pressi della torre c’è un’antica scalinata che conduce fino alla grotta delle Sirene, cavità in cui il riverbero delle onde del mare, assieme ai soffusi riflessi che si insinuano da tre aperture attigue, contribuisce ad incrementare quell’aura mistica già brulicante di leggende. Lungo questa discesa a mare è scolpita, sulla parete rocciosa, un’epigrafe rupestre in lingua osca del II secolo a.C. Essa, scoperta nel 1985 dal prof. Mario Russo, menziona i nomi dei tre Meddices Minervii (Magistrati di Minerva) che appaltarono i lavori di costruzione dell’approdo e della scala di levante che conduceva al santuario.
E’ necessaria circa un’ora, percorrendo l’antica via Minervia (ancora parzialmente pavimentata con il basolato romano), per fare ritorno alla piazza di Santa Croce. E’ questo il momento più rilassante dell’ intera passeggiata, l’occasione ideale per contemplare

quello scenario che un tempo fu il regno delle mitiche Sirene e della navigazione di Ulisse. Durante la salita sarà bene voltarsi indietro per ammirare il Monte San Costanzo che, con il calare della luce, ci mostra tutta la sua candida e spoglia roccia, e lascia intuire il significato del suo antico nome di Monte Canuto. Dopo poche centinaia di metri la Torre di Fossa Papa, dall’alto della sua elegante maestosità, sembra ora salutare la nostra passeggiata prima del tratto conclusivo che affaccia sulla spettacolare cala di Mitigliano.

Per partecipare bisogna prenotare presso la Pro-Loco di Piano di Sorrento telefonando a Domenico Cinque cell. 3290052687 o scrivendo a info@prolocopianodisorrento.it

Ritrovo ore 9:00 Piazza Cota, dove un autobus ci condurrà a Termini e terminata l’escursione ci riporterà indietro a Piano di Sorrento.

Le nostre foto