Capri – Sentiero dei Fortini – E

Porto – Scala Fenicia – Anacapri – Ruderi di Damecuta – Orrico – Mesola – Pino – Torre della Guardia – Migliera – Cagliari – Caruso

DOMENICA 10 marzO 2019

Capri, l’isola per eccellenza, dove colline, boschi, grotte, declivi e dirupi creano situazioni orografiche uniche al mondo. Ovviamente ripercorreremo sentieri, vicoli e strade che non fanno parte di quell’isola turistica e commerciale che conosciamo.

Sulla costa occidentale dell’isola, si snoda un lungo percorso di rara bellezza, dove è possibile scoprire profumi intensi e colori della macchia mediterranea. Tra cornici di roccia di scultorei promontori e baie profonde come fiordi dalle acque turchesi, sono incastonati i fortini che danno il nome al percorso. Costruiti al tempo delle incursioni saracene, sono stati poi trasformati in “ridotte” per artiglieria a tiro corto dagli inglesi e dai francesi durante le guerre napoleoniche. Ora solo il vento e il mare fanno udire la loro voce senza tempo dove si è alzato il rombo dei cannoni.

Qui vivono, in un’eco infinita, le parole di una poesia di R.M. Rilke, innamorato di Anacapri: “soffio antichissimo del mare, che spiri quasi soltanto per rocce primordiali, nient’altro che spazio, trascinando con te da lontano.”


L’escursione come descritto prima non prevede un giro turistico, ma un vero è proprio percorso sentieristico con una distanza di 15 Km. di percorrenza; un dislivello di circa 300m. e una durata di h.7:00 compreso le soste.

L’appuntamento è previsto alle ore 7:15 al porto di Sorrento davanti la biglietteria per imbarcarci sulla nave della Caremar alle 7:45; mentre il rientro con la stessa nave è alle ore 18:45 da Capri per Sorrento.

La colazione è a sacco e la giornata avrà termine nel tardo pomeriggio.


Ricordiamo sempre che le nostre escursioni prevedono dei tratti in pendenza e/o con tracciati sterrati, quindi munitevi sempre di scarpe adeguate da escursionismo con suole antisdrucciolo, abbigliamento a strati (con ricambio), altrimenti saremo costretti a farvi rinunciare alla escursione stessa.


I soci e i non soci dovranno prenotare obbligatoriamente inviando una mail entro le ore 12:00 di venerdì 8 marzo su info@ulyxes.it.

I non soci dovranno inviare tutta la documentazione come da regolamento (Qui).


La partecipazione alle escursioni è aperta ai soci ed, eccezionalmente, anche ai non soci e simpatizzanti. La copertura assicurativa, in caso di infortunio riguarda SOLO i soci in regola con il versamento della quota sociale. Le escursioni ULYXES, coerentemente con la loro natura, pongono i partecipanti di fronte ai rischi ed ai pericoli inerenti la pratica dell’escursionismo in montagna. I partecipanti, pertanto, iscrivendosi alle escursioni giornaliere accettano tali rischi e sollevano l’associazione ULYXES, gli organizzatori e i collaboratori delle predette escursioni da qualsiasi tipo di responsabilità per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione. L’escursione potrà essere rinviata per motivi legati alle cattive condizioni meteorologiche, previo avviso su questo stesso sito.

Dioniso a Capri – TE

domenica 23 settembre 2012

Un omaggio al Dio della Vegetazione: era doveroso cominciare il nostro nuovo programma con una dedica a Dionisolysios, “colui che scioglie” l’uomo dai vincoli dell’identità personale per ricongiungerlo all’originarietà universale.

Non potevamo non festeggiarlo che a Capri, con una escursione a dir poco “eterea“.

L’escursione si inerpicherà tra le strette e ripide viuzze di Capri, fino a raggiungere un piccolo tratto sterrato intorno al Monte Tuoro, piccolo luogo con una grande veduta sui Faraglioni, poi dalla Piana delle Noci risaliremo verso il Monte Tiberio per ridiscendere lungo la Calanca fino a Villa Lysis.

Qui visiteremo la famosa villa progettata dal pittore e architetto Edouard Chimot nei primi anni del XX secolo per volere del Barone Jacques d’Adelsward-Fersen (conosciuto anche come Barone Fersen), scrittore e poeta francese che lasciò Parigi e si rifugiò a Capri a seguito di alcuni scandali sessuali. La costruzione, terminata nel 1905, riprende le caratteristiche architettoniche dello stile Liberty. Il nome originario della dimora rimanda all’amico di Socrate citato nel Liside di Platone, un importante dialogo sull’amicizia.

 

Il pranzo a sacco verrà consumato in prossimità di Punta del Capo, dove sarà possibile fare anche il bagno.

Raccomandiamo l’uso di scarpe antisdrucciolo, acqua, crema solare e copricapi vari per ripararsi dal sole.

L’appuntamento, sarà al porto di Sorrento alle 7:30 (non oltre), poichè ci imbarcheremo sulla nave veloce della Caremar delle ore 7:45 (costo di andata e ritorno di circa 29,00 euro).

Il rientro con la stessa imbarcazione alle 18:45 dal porto di Capri.

n.b.: ci saranno punti panoramici a strapiombo sul mare, chi dovesse soffrire di vertigini è avvisato!

 

La partecipazione all’escursione è libera priva da ogni forma di imposizione e l’adesione alle escursioni viene data in uno stato di totale coscienza da parte del partecipante. L’associazione e gli organizzatori delle escursioni sono esonerati da qualsiasi tipo di responsabilità in quanto ogni eventuale danno alla persona od a cose occorse nella effettuazione dell’escursione deve intendersi coperta dal consenso dato dal partecipante che ne assume tutta la responsabilità della sua partecipazione e presenza all’escursione naturalistica.

L’Isola Azzurra

domenica 13 novembre 2011 – escursione a Capri

Appuntamento previsto alle ore 7:15 al porto di Sorrento davanti la biglietteria aliscafi, partiremo alle ore 7:45 con la nave veloce Caremar. Il rientro da Capri è alle ore 18:30 pari mezzo.

Ricordiamo sempre di indossare calzature adeguate ed abbigliamento a strati, la colazione è a sacco. Percorso non consigliato alle persone che soffrono di vertigini.

Ci sarà anche la possibilità di condividere quest’escursione con l’associazione “affiiliata” dei Lerka Minerka.

L’escursione prevede un primo tratto al sentiero dei fortini borbonici che costeggiano il lato ovest dell’isola che va dalla Grotta Azzurra a Punta Carena.

A questo punto si salirà in prossimita della torre detta “La Guardia” ed imboccato un altro sentiero che costeggerà gli strapiombi della Migliera e Monte Cocuzzo, giungeremo al Monte Solaro (mt.587) dove poter scorgere a 360° un panorama mozzafiato.

Dall’eremo  di Cetrella poi attraverso il sentiero “Passetiello” ritorneremo a Capri.

Il percorso è lungo 12,3 Km. con dislivelli in salita di mt.550, mentre in discesa di mt.780.